Quartetto Alborada “Éthos” guest Maria Pia De Vito 2020

Quartetto Alborada “Éthos” guest Maria Pia De Vito

Sonia Peana: violino
Anton Berovski: violino
Nico Ciricugno: violino
Piero Salvadori: violoncello

Non poteva esserci luogo più adatto ad ospitare il Quartetto Alborada con Maria Pia De Vito se non le vestigia dello splendido castello di Baldu a Luogosanto, new entry del 2020.
In un periodo “grigio” come quello che stiamo passando, qualsiasi cosa che ci possa far star meglio è ben accetta, a partire dalla bellezza dei luoghi e della musica che può essere un dolce balsamo per le anime.
Ed ecco allora un buon antidoto con il disco del Quartetto Alborada, “Ethos”,pubblicato nel 2010, miscela sapiente di suoni dove tutto funziona a meraviglia grazie alla bravura dei musicisti del gruppo e ad alcuni ospiti del mondo del jazz.

Il Quartetto, composto da Anton Berovski, Sonia Peana, Nico Ciricugno e Piero Salvatori, si è formato nel 1996 e ha fin dall’inizio basato il proprio repertorio sulla musica del Novecento, privilegiando alcuni autori dal tocco minimale, ma ha anche voluto suonare in simbiosi con il mondo della musica jazz come testimoniano, fra le altre, le collaborazioni con Eugenio Colombo, Michel Godard, Giancarlo Schiaffini, Enzo Favata, Stefano Battaglia e Paolo Fresu.
Importanti le collaborazioni anche in questo disco, da Rita Marcotulli a Daniele di Bonaventura, da Angelo Adamo a Cristian Orsini, da Paolo Fresu a Maria Pia De Vito, presente in quest’ occasione.
È proprio Fresu a darci di “Ethos” una definizione che parla da sé : pura poesia, trasformata in musica, con le sue pause e i suoi silenzi.

Un viaggio che inizia con “The Fifth Season,” dove il suono del Quartetto sembra volerci introdurre in questo mondo incantato eppur reale, dove è solo la musica dell’anima che conta.
Passando per “Gitanes” dove veniamo rapiti dall’ iridescente voce della straordinaria Maria Pia de Vito che ha scritto il testo su musica di Federico Mompou, in una sua personale visione su persone sempre in viaggio.
Le quattro tracce dove il quartetto suona da solo rappresentano ognuna uno spaccato della sensibilità del gruppo, della loro esuberanza, ma anche della loro sensibilità.
Un lavoro che scorre con immediatezza e naturalezza, mai banale, curato nel suono e nel linguaggio.Un lavoro che sarà per molti una piacevole scoperta e per chi conosce già la formazione un’ ulteriore riconferma della loro bravura.

Data

10 Ago 2020
Expired!

Ora

18:00
Luogosanto, Castello di Baldu

Luogo

Luogosanto, Castello di Baldu
Sito web
https://goo.gl/maps/z9Z7WSFaWEXQSRF46
Categorie

Organizzatore

Time In Jazz
Email
info@timeinjazz.it
Nessun evento trovato!